Monthly Archives: settembre, 2015

La Nostra Storia e7bf886df6c9c3ddfe777f332641bb76
0

Con SYRIZA e Tsipras contro l’austerità per la democrazia 

Noi stiamo con Syriza e Alexis Tsipras. Perché la loro lotta contro l’austerità e per cambiare radicalmente l’Europa è la nostra lotta. Se il 20 settembre Syriza sconfiggerà il fronte che vuole riportare la Grecia ai tempi della vergogna e della subalternità, sarà il segnale che la breccia aperta il 25 gennaio rimane aperta. Se non riusciranno a cancellare l’unico governo veramente democratico e di sinistra che si oppone al dogma neoliberista sul continente europeo, vorrà dire che la lotta può continuare. Che il progetto dell’oligarchia che guida l’Unione Europea non è passato.

La Nostra Storia d4433e7cc4295f3d880dbab4026c1312
0

AD ATENE PER LE ELEZIONI 
CON SYRIZA E CON TSIPRAS
PER UN’ALTRA EUROPA
 
Questo è un invito a unirsi alla delegazione che, anche in questa occasione, si recherà ad Atene per le elezioni del 20 di settembre.
La delegazione sarà un gesto di solidarietà e condivisione con Syriza e Tsipras in un momento così importante e delicato.
Le persone intenzionate a partecipare devono provvedere per proprio conto per il viaggio e per l’alloggio.
La Nostra Storia 36511db67502ef28ab6d51798cb1087c
0

Nulla di nuovo né di buono nella scuola che sta per ricominciare, nonostante la “buona scuola” di Renzi. 

La scuola italiana è ancora quella della ex ministra Gelmini, con i tagli agli insegnamenti e alle materie, con il diritto allo studio ridotto all’osso, con il caro libri, con i problemi di sicurezza degli edifici e le difficoltà crescenti dei comuni ad assicurare servizi e manutenzione. Mentre la popolazione italiana, secondo l’OCSE, è all’ultimo posto in Europa per la comprensione funzionale di testi e dati numerici. 
Il governo sostiene di aver risolto l’annoso problema del precariato e delle supplenze. E invece no.

La Nostra Storia
0

Contributo di Sergio Zampini

Non voglio sottovalutare la necessità ed importanza delle analisi sui mutamenti sociali e politici avvenuti né tantomeno sui treni persi e sugli errori commessi, ne abbiamo scritte e ancora avremo la necessità di scriverne intere biblioteche. Più che aggiungere un’altro punto di vista su peccati e manchevolezze, descrivere le sfighe, analizzare le sconfitte, fotografare le debolezze, dimostrarci a vicenda a quale nuovo originale e sofisticato approdo di analisi ciascuno è giunto, dovremmo a questo punto provare ad immaginare ed organizzare un futuro per la sinistra.

La Nostra Storia giuliano-poletti
0

di Alfonso Gianni, Huffington Post – 1 settembre 2015 
 
In tema di occupazione infuria la guerra dei numeri. Vi sarebbe da ridire, se la situazione non fosse tragica per chi il lavoro non ce l’ha o vive nella precarietà.
Dopo che ieri Repubblica,  nelle pagine economiche, aveva titolato testualmente , “Primi sei mesi di Jobs Act: disoccupazione giovanile ancora a quota record”, oggi la musica è già cambiata. Sullo stesso quotidiano e sull’Huffington post si possono leggere titoli è contenuti assai diversi. Così Renzi può dichiarare soddisfatto che il Jobs Act funziona.
Cosa è successo in un giorno solo?