Browsing: renzi

La Nostra Storia 18f718ef1de896681f2588eaff2c1f71
0

di Claudio Riccio, candidato al Sud

C’era una volta la strategia di Lisbona e l’idea che l’Europa dovesse diventare la più competitiva e dinamica economia della conoscenza entro il 2010. Il terzo millennio era iniziato con promesse ambigue quanto affascinanti, che i movimenti studenteschi hanno sempre affrontato criticamente: da una parte si condivideva la necessità di investire sulla formazione, l’istruzione e la ricerca, in un’ottica di innovazione e internazionalizzazione, dall’altra si criticava l’impostazione dominante eccessivamente economicista, l’idea per cui i saperi si dovessero dovessero piegare sempre e comunque alle esigenze del mercato.

La Nostra Storia 01db144526716df630e705de85c35be7
2

di Sandro Medici, candidato nel collegio Centro

Al di là delle turbolenze parlamentari e delle malsane dinamiche nella maggioranza di governo, il testo ammazza-province approvato ieri al Senato è poco più che una sceneggiata nella quale si annunciano risparmi e semplificazioni, ma in concreto si prevedono ulteriori ridondanze e temibili disordini amministrativi. L’unica riduzione di spesa certa, resta quella delle mancate elezioni di una cinquantina di consigli provinciali (circa trecento milioni). Per il resto, è facile immaginarsi sensibili incrementi, sia di trasferimenti finanziari e sia di sprechi e costose sovrapposizioni funzionali.

La Nostra Storia b77c990e633dac0ff65890b0db32f237
0

di Francesco Gesualdi detto Francuccio, candidato nel collegio centro, per il nostro sito

Troppi scarni sono gli elementi per stabilire se la promessa di Renzi di aggiungere 80 euro nella busta paga dei lavoratori sia solo fumo o anche arrosto. A naso sa tanto di operazione elettorale, in vista delle prossime elezioni europee.

La Nostra Storia 8240a1907e29481b04619a0df33df9ab
0

di Felice Roberto Pizzuti, candidato nel collegio Centro

Con uno sguardo opportunisticamente rivolto alle prossime elezioni europee, il governo Renzi ieri ha annunciato (non di decisione operativa si tratta) di voler distribuire a partire da maggio, il mese delle elezioni europee, 10 miliardi a 10 milioni di italiani con reddito inferiore ai 25000 euro lordi l’anno. Il che significa voler aumentare di circa 85 euro uno stipendio mensile di circa 1500 euro netti.

1 6 7 8