Browsing: giovani

La Nostra Storia f4446ba02a89d14ef556007f44bf6e18
0

Hanno liberalizzato la schiavitù. Questo hanno fatto, oggi, con il varo del decreto lavoro. In un Paese in cui la precarietà ha dimostrato di non servire a niente, in cui fabbriche e imprese chiudono non a causa di un mercato del lavoro troppo rigido, ma per l’assenza di una politica industriale, di una sfida ambientale da cogliere, di un rinnovamento mancato del prodotto imprenditoriale, di scarsa innovazione.

La Nostra Storia 54a8b24bf8806436cada5876b3d8864c
0

La disoccupazione è ormai un’emergenza sociale. Nell’Unione Europea i senza lavoro sono 28 milioni, con punte drammatiche fra i giovani che contano addirittura 94 milioni di Neet, giovani che né lavorano né studiano. Quanto all’Italia, fra ufficiali, scoraggiati e cassaintegrati i disoccupati sono ormai 7 milioni.

La Nostra Storia 5e8ff3577911986902efa13d913976f2
1

Lorenzo lo conosco da 3 anni. Era venuto ad un incontro dove si proiettava “Il Corpo delle Donne” aveva 18 anni, frequentava il liceo. Come molti giovani italiani, da un paio di anni è all’estero, studia e lavora con successo. E’ un tipo in gamba.

La Nostra Storia 8dcbd65e1b504cf67097f96ae2a567bd
0

Ci sarebbe poco da festeggiare oggi. I dati sulla disoccupazione sono noti a tutti. Siamo oltre il 13%, quella giovanile è intorno al 40 e ci sono milioni di donne e uomini che hanno addirittura smesso di cercare un’occupazione. Per non dire dei tanti milioni di giovani che hanno smesso di studiare e di cercare lavoro, soprattutto al sud.

La Nostra Storia 451d297cd7a9798505c06b721c3caeec
0

L’Istat ci segnala oggi che il potere d’acquisto delle famiglie italiane sia calato dell’1,1% rispetto allo stesso periodo del 2012. Infatti, nonostante il reddito disponibile delle famiglie delle famiglie consumatrici, sia salito dello 0,3% rispetto al 2013 , ciò non è bastato a tenere il ritmo della crescita dell’inflazione.

La Nostra Storia 5045d31d4bcce03d9de4f05976219417
2

Il fronte del lavoro in Italia sembra un bollettino di guerra. A febbraio la disoccupazione è salita al 13%, il valore del 1977, quella tra i giovani è giunta al 42,3%, gli inattivi sono il 36%, solo Cipro (16,7%), Grecia (27,5%) e Spagna (25,6%) ci superano. In numeri assoluti, sono oltre 3,3 milioni gli italiani senza lavoro. 

La Nostra Storia ad178b2914f200f2125e1e10c5f607c1
0

di Marco Furfaro, candidato nel collegio Centro

L’Italia è il Paese dove l’unica “crescita” che riescono a garantire le politiche di questi anni è la disoccupazione. Pensare, come vuole fare il governo, di continuare a liberalizzare lo sfruttamento dei lavoratori è una follia economica. In Italia ci sono circa 40 forme di contratti precari e le imprese non assumono lo stesso. Il motivo non sono le regole burocratiche: il problema è che le imprese non hanno possibilità di assumere perché in Italia e in Europa non si può investire per stimolare nuovi posti di lavoro a causa dei parametri di stabilità e del fiscal compact.

La Nostra Storia 8779f785bcfd963444b2987ce08d221b
0

di Gaetano Cataldo, candidato nel collegio del Sud

Abbiamo doppiato la Germania per la disoccupazione. Bisogna agire subito, altro che politica dei due tempi: i dati dell’Istat sulla disoccupazione sono impressionanti. E scaraventano sulla terra tutti i discorsi vacui della politica nostrana, impegnata su riforme che nulla hanno a che fare con la vera emergenza del nostro paese.

1 2