Browsing: austerità

La Nostra Storia e7bf886df6c9c3ddfe777f332641bb76
0

Con SYRIZA e Tsipras contro l’austerità per la democrazia 

Noi stiamo con Syriza e Alexis Tsipras. Perché la loro lotta contro l’austerità e per cambiare radicalmente l’Europa è la nostra lotta. Se il 20 settembre Syriza sconfiggerà il fronte che vuole riportare la Grecia ai tempi della vergogna e della subalternità, sarà il segnale che la breccia aperta il 25 gennaio rimane aperta. Se non riusciranno a cancellare l’unico governo veramente democratico e di sinistra che si oppone al dogma neoliberista sul continente europeo, vorrà dire che la lotta può continuare. Che il progetto dell’oligarchia che guida l’Unione Europea non è passato.

La Nostra Storia e99733dd28511f6c3374da0dd85253f3
0

Il 9 maggio è ufficialmente la festa dell’Europa in ricordo della dichiarazione del 9 maggio 1950 dell’allora ministro degli affari esteri Robert Schuman che propose la creazione della prima Comunità Europea quella del Carbone e dell’Acciaio (CECA 1951), con l’intento “non più guerra tra Francia e Germania” sulle risorse strategicamente più importanti quali carbone e acciaio.

La Nostra Storia 21c2bb200311df32de2c750b3d42dc4d
0

Quando guardo la piazza del Comune di Appignano dalla finestra del mio ufficio di sindaco, la vedo tristemente affollata in un giorno qualunque, di una settimana qualunque, di un mese qualunque, di un anno speciale: l’anno ormai dilatato di una crisi che, come un male incurabile, sembra destinato a non passare. Non ci sono luci in fondo al tunnel e gli uomini abbandonati sulle panchine hanno smesso di cercare soluzioni. Qualcuno guarda verso la mia finestra e lì vedono lo Stato nemico, quello che continua a mandare Tares e Imu, nonostante le loro difficoltà. Eppure mi vedevano come un alleato fidato e prezioso.

La Nostra Storia 54e18e61193ec51e66c99052eae28775
0

pubblicato su Il Manifesto

 

La visita di Angela Mer­kel ad Atene è coin­cisa con il ritorno sul mer­cato finan­zia­rio dei titoli di stato greci per un valore di 2.5 miliardi. Il fatto di averli col­lo­cati ad un tasso infe­riore al 5,5%, come pre­ven­ti­vato, ha fatto dire al pre­mier greco Sama­ras che la Gre­cia è ormai uscita dal tun­nel. Non si capi­sce bene di quale tun­nel parli, se è quello del Monte Bianco in cui Monti vedeva la luce alla fine del per­corso (ma la leg­geva male, altri­menti avrebbe capito che diceva adieu Monti ) o quella di Letta che pre­ve­deva già nel 2014 una cre­scita dell’1% per l’Italia, già rive­la­tasi errata.

1 2