Browsing: adesioni

La Nostra Storia 805338ee0c44c245d337ce49024f6eab
0

 Caro Tsipras,

noi firmatari di questa “lettera aperta” siamo convinti sostenitori della tua lista per tutto quello che rappresenta nel desolante panorama politico dove sembra sia stato cancellato ogni riferimento a una sinistra che sia realmente tale.

La Nostra Storia 78a38d90a5f5af5857b8e93fa4dd5a84
0

“La legittimità è uno stato politico cui gli uomini aspirano … Ma essa è un prodotto di civiltà assai raffinato e delicato. Interi popoli per intere epoche non sono riusciti ad averne che delle contraffazioni o delle imperfettissime realizzazioni, e sono di conseguenza passati continuamente… da una tirannide all’altra”. Così scriveva Altiero Spinelli nel 1944. 

La Nostra Storia 8e5f062e9750688c028aaa3058da9ec4
0

Voterei volentieri per la sinistra riformista alle prossime elezioni europee se soltanto, in questi ultimi anni, fossi riuscito a capire quale sarebbe il progetto alternativo di Europa dei socialisti europei. 

Col passare del tempo le differenze rispetto alla destra sono sempre più sottili, tanto che in Germania e in Italia per l’Spd e il Pd è diventato ormai naturale governare con la destra, sulla base di un’agenda economica fondata sull’austerità e i dogmi liberisti delle banche centrali e dell’Fmi. 

La Nostra Storia 7be335477876db854960134c6e137164
0

Aderisco con piacere e convinzione all’appello per supportare la nascita della Lista Civica Tsipras. Un politico che è odiato dalla finanza e che è stato addirittura in grado di rilanciare la sinistra radicale, non può non avere la mia stima. I poteri forti lo hanno definito il “nemico numero uno dell’Europa”: ulteriore medaglia al valore. Alla coerenza. Alle idee. 

E’ affascinante l’idea che, grazie ad Alexis Tsipras e alla coalizione Syriza, la Grecia – prima vittima degli effetti nefasti della cosiddetta austerity – possa diventare alle prossime elezioni (2016?) il primo laboratorio alternativo ai dogmi di Fmi e Ue-Bce.

La Nostra Storia 4147ca3af8bf81f64b5d738c371bfecb
0

Gustavo Zagrebelsky, Presidente emerito della Corte costituzionale, presidente onorario dell’associazione Libertà e Giustizia ed editorialista di “La Repubblica” ha aderito alla proposta lanciata da Andrea Camilleri, Paolo Flores d’Arcais, Luciano Gallino, Marco Revelli, Barbara Spinelli e Guido Viale con questa dichiarazione.

L’Europa ha smarrito gli ideali originali, tradendo la volontà degli stessi Padri costituenti. Prima che muoia del tutto, è necessaria una “scossa”. Per questo aderisco all’appello per la costruzione di una lista autonoma e della società civile che sostenga Alexis Tsipras alla Presidenza della Commissione di Bruxelles.