Argiris Panagopoulos su Zingaretti- “Da Macron a Tsipras”? No, grazie! “Da Tsipras a Castellina”? Si, con LA SINISTRA!

0

“Da Macron a Tsipras”? No, grazie!
“Da Tsipras a Castellina”? Si, con LA SINISTRA!

di Argiris Panagopoulos
“Lo slogan di costruire una grande alleanza da Macron a Tsipras” rimane una cosa triste che a volte sembra perfino un alibi per quelli che lo dicono.
La verità è che a sinistra c’è Alexis. Quel primo ministro greco che era lasciato solo per sollevare il suo paese, quando il socialismo europeo era tenuto al guinzaglio da Angela Merkel e la sinistra settaria balbettava le Fake News dei neoliberisti.
Tsipras ha dato la cittadinanza agli amici dei nostri figli i cui genitori sono venuti a lavorare in Grecia da un altro paese, ha votato la legge per affrontare la crisi umanitaria e ha garantito la corrente e l’acqua a tutte le famiglie, come un bene indispensabile.
Tsipras ha dato il reddito sociale a quasi 350milla persone, facendo urlare i creditori che si trattava di atto unilaterale, sapendo che la gente vuole lavoro vero e diritti e non sussidi. Ha fatto abbassare la disoccupazione del 10%, ha ripristinato la contrattazione collettiva, ha abolito il vergognoso sotto salario minimo per i giovanni sotto i 25 anni e ha aumentato il salario minimo dell’ 11%. Infine ha proposto una vera riforma costituzionale e democratica che il paese non aveva vista da decenni.
Tsipras in Grecia ha proposto una grande alleanza progressista, perché è attento ai verdi, ai socialisti, ai progressisti senza partito a tutti quelli che sono contro i neoliberismo. Non a caso Louka Katseli, la ministra socialista che ha protetto la prima casa delle famiglie popolari dalla Troika, sta con Tsipras. Venizelos, Loberdos e il vecchio PASOK c’è l’hanno a morte con lui, perché tra l’altro hanno paura che finiranno sotto processo per le loro malefatte. I
Oggi tutti vogliono diventare amici di Tsipras. Inventando anche tristi slogan che non hanno riscontro alla realtà che viviamo. Con Alexis Sì, anzi mille volte Sì. Con il neoliberismno e tutti quelli che rimangono suoi succubi Mai.
In Italia le compagne e i compagni, le amiche e gli amici di Alexis da qualche giorno hanno la loro parola d’ordine: “Da Tsipras a Castellina” con LA SINISTRA, con il cuore, nelle piazze e nelle urne.

Condividi: