Partito della Sinistra Europea- le conclusioni dell’assemblea generale di Bruxelles del 30 settembre

0

All’Assemblea Generale del Partito della Sinistra Europea, tenutasi il 30 settembre 2018 a Bruxelles, sono state prese decisioni in vista delle elezioni europee del 2019.
La piattaforma di voto, che è stata creata in un gruppo di lavoro, è stata dichiarata come base di lavoro. Le parti associate possono presentare emendamenti e proposte fino al 16 novembre 2018. Lo stesso vale per le proposte di candidati per la sinistra europea alle elezioni europee. È stato confermato che potrebbero essere proposte anche personalità esterne alla Sinistra europea (Presidente della Commissione europea).
Il Segretariato politico discuterà e deciderà i risultati il 1 ° dicembre 2018 a Berlino e il Comitato esecutivo della Sinistra europea lo farà il 26 e 27 gennaio 2019 a Bruxelles.
L’Assemblea generale ha adottato una dichiarazione sull’appello di Bernie Sanders per la cooperazione tra le forze progressiste internazionali, a cui la sinistra europea dà il proprio sostegno.
L’Assemblea Generale ha anche deciso di esprimere la propria solidarietà alla sinistra del Brasile, con il candidato presidenziale della sinistra Fernando Haddad e il candidato alla vicepresidenza Manuela D’Avila.
Ha mostrato la sua solidarietà con l’ex presidente della sinistra, Lula da Silva. Il presidente di EI visiterà Lula da Silva in prigione.
L’Assemblea Generale ha convenuto che è necessario combattere vigorosamente contro la crescita del populismo e dell’estremismo di destra e contro il neoliberismo antidemocratico e antisociale. Allo stesso tempo, la sinistra europea combatte per la pace, la giustizia sociale, le pari opportunità nell’accesso all’istruzione, l’arte e la cultura, la sostenibilità ambientale nella responsabilità sociale e la solidarietà internazionale.

Comunicato

Condividi: