Vergognosa la repressione in Catalogna

0
Sulla questione del referendum indipendentista catalano il governo spagnolo abbandona la politica e risponde con la forza.
Gli arresti di 16 tra funzionari ed esponenti del governo regionale autonomo, la perquisizione alla sede della CUP (partito della sinistra indipendentista), il sequestro delle schede, l’invio di un migliaio di uomini della Guardia Civil in Catalogna, sono atti gravi che dimostrano la rinuncia del governo di Mariano Rajoy al dialogo e il disprezzo delle pratiche democratiche, anche contro la volontà del Parlamento spagnolo che aveva votato nei giorni scorsi una mozione contro la repressione.
L’Altra Europa con Tsipras sostiene l’invito alla mobilitazione pacifica e al dialogo lanciato da Unidos Podemos.
Condividi: