Cresce l’astensione, la democrazia è in affanno. Il centrosinistra perde dovunque. I M5S in difficoltà. Vince il centrodestra.

0

Il risultato della tornata dei ballottaggi comunali non lascia dubbi. Gli elettori stanno a casa, non vanno a votare proposte che non li convincono in un sistema maggioritario che svuota la democrazia. L’astensione ha raggiunto livelli drammatici. Il Pd conferma la sua crisi, perde 13 capoluoghi su 16, anche se Renzi nega qualunque problema. I M5S, che pure nelle precedenti comunali avevano sorpreso con i risultati di Torino e Roma, ora annaspano nelle amministrazioni locali. Dato importante, hanno vinto, poco,  dove erano in alternativa al centro sinistra, come a Carrara. In netta ripresa il centrodestra, con il traino della Lega xenofoba e razzista di Salvini. Di fatto cambia lo scenario politico, con conseguenze tutte da valutare per le prossime elezioni politiche.

Un voto che è la fine del centro-sinistra, sconfitta del PD, fine del “voto utile”, fine di ogni rendita di posizione.  Assolutamente significativo il voto di Genova. Mentre a Padova la scommessa di Padova in comune, lista civica di sinistra, indica la possibilità di una strada alternativa, che rompe con le vecchie formule.

In generale è chiaro che la mancanza di una proposta credibile di sinistra produce disaffezione. Anche il soccorso dei fuoriusciti non solleva le sorti del centro sinistra. Non serve essere “larghi” ma occorre essere diversi. Del resto, quante delle amministrazioni andate al voto e governate dal centrosinistra in questi anni di tagli, politiche di austerità e politiche di sicurezza, hanno realizzato misure concrete di protezione sociale? Come case popolari, asili, scuole rimesse in ordine, il rifiuto dei lavori precari almeno nel Comune, miglioramento dei trasporti, uso del patrimonio pubblico a fino sociali, vera accoglienza dei migranti? La realtà è che una politica liberista produce una cattiva società. È da chi resiste al liberismo che viene una possibile alternativa.

Occorre uscire dal vicolo cieco del centrosinistra. Costruire una sinistra chiara, concreta, realista.  Questo ci dicono i risultati delle elezioni comunali nel loro insieme. Quando si è cominciata a presentare una proposta così come in molti Comuni si sono visti anche i primi risultati. Perché noi siamo i molti, non i pochi.

ALTRA EUROPA CON TSIPRAS

 

 

 

Condividi: