Minniti al Salone del libro di Torino: FOLLIA REPRESSIVA E VERGOGNA ISTITUZIONALE

0

Prima si è impedito da parte di agenti in borghese con la forza a tre giovani ( il video), al salone del libro di Torino, di esprimere la propria civile contestazione nei confronti dell’operato e delle parole del ministro Minniti, nonché verso le politiche securitarie e xenofobe del governo Gentiloni, e del Partito democratico la principale forza che lo sostiene e lo indirizza, condensate nei decreti Minniti-Orlando. Poi i tre giovani, portati in Questura, sono stati denunciati per manifestazione non autorizzata.

Siamo alla follia repressiva che non si preoccupa neppure di sfondare il muro del ridicolo e della vergogna. Come si vede il tentativo del Pd, e dello stesso ministro Minniti nelle sue dichiarazioni televisive, di edulcorare e sminuire il forte significato oppositivo contro le  politiche sull’immigrazione del governo esplicitate dalla grandiosa manifestazione di sabato a Milano, lasciano immediatamente il posto a cupe azioni repressive, intolleranti, come nei peggiori regimi, nei confronti di qualunque forma di dissenso.

L’Altra Europa con Tsipras

 

Condividi: