INCONTRO 28 gennaio- secondo avviso con GUIDA D’USO E INTERLOCUTORI

0

SECONDO AVVISO

SABATO 28 gennaio

INCONTRO NAZIONALE DE L’ ALTRA EUROPA CON TSIPRAS

Roma -Meeting Centre, Largo dello Scautismo 1
( nei pressi della stazione Tiburtina)
dalle 10.30 alle 17.30

IL MONDO STA CAMBIANDO

L’incontro di sabato 28 gennaio ha un duplice obiettivo:

*in primo luogo cercare di analizzare, comprendere e orientarci, da un punto di vista di sinistra, su un mondo che sta cambiando tumultuosamente, nel quale nuove soggettività politiche , significative, ma anche confuse e preoccupanti, si stanno affermando, nuovi movimenti si stanno affacciando, vecchi ordini mondiali si stanno esaurendo, milioni di essere umani sono in movimento mettendo in discussione gli assetti e le sicurezze del mondo occidentale;

*in secondo luogo ragionare insieme su cosa dobbiamo fare, su quale strada, quali contenuti e quali strumenti chi si sente di sinistra, chi si dice di sinistra possa e debba mettere in campo, con lo sguardo all’Europa e al mondo, ma con i piedi e le mani affondate nella realtà del nostro paese, per evitare sia i tentativi restauratori che vorrebbero cancellare le grandi novità prodotte dalla crisi dell’ordine mondiale neoliberista, sia i rischi di risposta di destra, xenofobe e autoritarie a quelle stesse novità.

Ovviamente al centro della discussione c’è anche la situazione italiana a meno di 2 mesi dalla straordinaria vittoria al referendum costituzionale, situazione che sta assumendo aspetti di immobilismo preoccupanti (Che spazi apre il 4 dicembre? Come impedire la restaurazione in atto? Come saldare referendum costituzionale a quelli sociali? Quale proposta elettorale perseguire?)

Altra Europa con Tsipras che della affermazione di un punto di vista di sinistra sul mondo, della consapevolezza della necessità di operare in Italia per cambiare l’Europa ha sempre fatto il terreno fondamentale della sua azione vorrebbe cercare di offrire un luogo di ascolto, interlocuzione, elaborazione comune non tanto per ricostruire o riunire la sinistra, ma per tentare di disegnare la funzione che la sinistra possa avere e dove la responsabilità di chi di sinistra vuole dirsi possa esercitarsi.

A tal fine, l’incontro dovrebbe avere, pur in un evidente unicità di approccio e contesto, una prima sessione (sabato dalle ore 10 alle ore 14) di discussione comune, introdotta da Marco Revelli e una seconda parte (sabato dalle ore 14,30 alle ore 17) di discussione sulle scadenze dei prossimi mesi introdotta da Massimo Torelli.

Nel corso di entrambe le sessioni vorremmo che protagonisti e protagoniste fossero le persone che in questi mesi hanno dato vita a tutte le esperienze che si sono contrapposte, più o meno consapevolmente sia ai tentativi di restaurazione che a quelli reazionari, militanti, movimenti, cittadini e cittadine che hanno regalato al Paese la conferma della Costituzione antifascista, quanti si stanno battendo negli enti locali, nei movimenti, nelle tante battaglie di giustizia, ambientaliste, a difesa del lavoro e dei migranti. Nella discussione aperta, a cui invitiamo tutte e tutti, saranno con noi, ad oggi, tra gli altri Andreas Nefeloudis (segretario generale del Ministero del lavoro-Grecia), Carlo Freccero, Monica Di Sisto, Gianni Rinaldini, Vincenzo Vita, Martina Carpani, Maria Luisa Boccia, Giovanni Orlandini, Gaetano Azzariti, Alberto Campailla,  Gabriele Pastrello.

Condividi: