COMUNICATO/ La svolta del Portogallo, un segnale per l’Europa

0

 

L’Altra Europa con Tsipras saluta con soddisfazione la scelta di affidare la formazione del nuovo governo portoghese al segretario del Partito socialista, Antonio Costa, una decisione che rispetta finalmente i principi democratici e il risultato delle scorse elezioni.  Una scelta, quella del partito socialista portoghese, divergente da quella dei socialismi e delle socialdemocrazie europee orientate prevalentemente ad alleanze di centro. Il Partito socialista portoghese formerà il governo in alleanza con la sinistra: Bloco de Esquerda, Partito comunista e Verdi. I ministri saranno socialisti. Ci auguriamo che questa scelta riapra una discussione nell’intero campo socialista e socialdemocratico europeo.

La decisione del presidente Anibal Cavaco Silva, presa dopo 50 giorni di vuoto istituzionale, riporta le forze della sinistra al potere in Portogallo dopo 40 anni e segna una svolta decisa rispetto alle politiche di austerità imposte dall’Unione Europea. Il Partito socialista e i suoi alleati hanno sottoscritto specifici accordi programmatici, pur nel quadro di un appoggio legge per legge, per far fronte alle difficili sfide che attendono il paese e mitigare l’impatto che le misure imposte dalla Troika hanno avuto sulla cittadinanza. 

Si allarga così anche il fronte delle forze politiche che chiedono a Bruxelles una svolta rispetto alle scelte neo-liberiste con cui ha finora affrontato la crisi economica e finanziaria.

Condividi: