Moni Ovadia: “Un NO che vuole rilanciare l’Europa”

0
Il suo scopo non è risolvere la crisi, ma affermare una volontà di dominio delle bande di potentati finanziari sulla politica e negare qualsiasi ruolo alla politica che non sia quello di ubbidire ai grandi centri della finanza.
È un NO a un’Europa eterodiretta, che si basa solo sulla centralità del profitto, della finanza, degli interessi speculativi. 
NO all’imposizione di politiche che mirano alla macelleria sociale, all’arricchimento dei pochi e impoverimento dei più, perché questo è successo alla Grecia che ha detto sì: il risultato è stato l’impoverimento, la disperazione, la privazione di ogni tipo di stato sociale, la cancellazione della sanità pubblica, l’aumento della mortalità infantile.
Un NO legittimo, sacrosanto.
Uno NO alla truffa che si tenta di perpetrare accusando Siryza e gli oppositori di aver condotto la Grecia sul lastrico. Anche l’ex direttore del Fondo monetario internazionale Dominique Strauss Kahn ha detto che l’FMI si è sbagliato, che la politica del FMI è da pazzi furiosi. Questo lo pensano Krugman, Stieglizt e moltissimi economisti autorevoli. 
Lo scopo del FMI è affermare una visione politica a una sola dimensione, che espella completamente dall’orizzonte europeo le opposizioni.
Quindi un NO a quest’Europa delle banche e della finanza che rende la democrazia una scorza vuota e impedisce ai governi e ai popoli di fare delle scelte autonome, vanificando perfino le elezioni. 
Perché se un paese come la Grecia vota per un governo che non ubbidisce ai diktat del pensiero unico dei conservatori e dei sedicenti progressisti, quel governo viene dichiarato illegittimo da questi potentati e dal blocco del pensiero unico della deriva finanziaria ed economicista.
Senza contare l’enorme manipolazione mediatica che fa credere che sia un NO all’euro a favore della dracma. 
Mai Siryza ha negato il valore dell’Europa, quella di Siryza è una vera posizione europeista, che non vuole che l’Europa si dissolva nella distruzione dei suoi principi fondativi. 
Un NO che vuole rilanciare l’Europa, perché quella che abbiamo è solo una miserabile caricatura. 
Condividi: