Solidarietà a Dijana Pavlovic

0

L’odio è la più grave malattia dell’umanità. nessun virus corre così veloce, nessun virus fa così tante vittime. In tanti hanno provato a sconfiggerlo, ma ancora di più sono quelli che lo usano come arma, come strumento per fare politica, come ragione di vita. Ancora una volta un terribile caso di cronaca, viene usato per gettare benzina sul fuoco, per fomentare l’intolleranza. E’ facile passare dalla giusta colpevolizzazione di chi il reato l’ha commesso alle minacce a chi è innocente, alla criminalizzazione di un intero gruppo etnico. Esprimiamo ancora una volta la nostra solidarietà a Dijana e facendolo chiediamo non di nascondere sotto il tappeto reali problemi di disagio e criminalità, ma di affrontarli con razionalità e non come una crociata, attraverso il dialogo, il confronto e gli strumenti che ci offrono la società e il vivere civile.

Condividi: