SIAMO CON LA GRECIA, SIAMO IN PIAZZA

0

La dichiarazione di Matteo Renzi di sostegno alla decisione della BCE, non è certo inattesa, ma è nondimeno gravissima. A nemmeno 24 ore dai sorrisi fasulli dellincontro con Tsipras, Renzi si schiera dalla parte sbagliata: la parte delle politiche di austerità, delle privatizzazioni, dellattacco ai diritti del lavoro e al welfare. E il contrario di quanto dovrebbe fare non solo in nome della solidarietà al popolo greco, ma della necessità di fermare quelle politiche di austeritàa cui il nostro paese sta pagando un prezzo altissimo, in termini di disoccupazione, crescita delle disuguaglianze e della povertà.

Saremo con determinazione in tutte le mobilitazioni che si stanno costruendo in Italia come in ogni paese dEuropa, a partire da presidio di domani a Roma convocato per le 18 davanti alla Banca dItalia, che della BCE è azionista.

Dichiariamo sin dora il nostro impegno per la MANIFESTAZIONE NAZIONALE  proposta dalla campagna Cambia la Grecia, Cambia l’Europa  per sabato 14 febbraio a Roma e lanciamo due giornate di iniziative in ogni territorio per l11 e il 12 febbraio in contemporanea con la riunione dellEurogruppo.

La lotta della Grecia è la nostra lotta, facciamo la nostra parte.

LALTRA EUROPA CON TSIPRAS

www.listatsipras.eu

Condividi: