Bologna 17/18 gennaio- premessa per l’assemblea

0

 Questa coincidenza ci impone un comportamento improntato al più alto senso di responsabilità, che valorizzi la scelta lungimirante di un anno fa ( il nostro profilo europeo, il nostro rapporto con la Grecia e Tsipras come simboli di chi resiste e lotta per cambiare questa Europa) e che dia un segnale positivo nel nostro paese.

Insomma tutto spinge nella direzione di unire ciò che il liberismo divide, anche e prima di tutto al nostro interno. Non si tratta di negare differenze, che esistono e che sarebbe sciocco pretendere di cancellare, ma di mostrare nella pratica di un’assemblea aperta e costruttiva che si può trovare una strada insieme. Anche tra noi, anche tra la sinistra italiana, famosa per dividersi e spaccarsi sulle minime questioni. L’occasione del cambiamento è adesso. 

Allora, come procedere? È fondamentale condividere e riconoscere insieme che l’assemblea di gennaio non può esprimersi attraverso il metodo del voto. Non è stata preparata da assemblee locali, che potessero esprimere orientamenti e delegati, e questo è la naturale e logica conseguenza del fatto che non c’è una campagna di adesione formale, e quindi un corpo riconoscibile di elettori che possano votare quegli orientamenti e quelle delegate e delegati. 

Per questo avanziamo una proposta che possa consentire di coinvolgere direttamente tutte/i quante/i manifesteranno la volontà di partecipare a questo processo. Questi i passaggi in dettaglio:

1.    Il testo del Manifesto viene inviato ora sulle liste del Coordinamento dei 221 e dei referenti territoriali, con le adesioni di coloro che sono parte del gruppo preparatorio dell’assemblea e che lo hanno condiviso ( è stato sottoscritto da 15 dei 19 componenti del gruppo di lavoro)

2.    Al Manifesto si potrà sin d’ora aderire così come formulato o aderire proponendo proposte di aggiunte o cambiamenti, o semplici valutazioni. Le adesioni singole e collettive in questa fase precedente l’appuntamento di Bologna vanno inviate a: roberto.morea@gmail.com

Le proposte di modifica presentate entro il 14 gennaio verranno valutate dal gruppo preparatorio e se considerati inseribili nel documento (cioè non tali da dover richiedere una nuova adesione da chi sottoscrive il Manifesto in quanto tale) saranno senz’altro introdotte. Tali proposta vanno inviate a : bia.sarasini@gmail.com

3. È ovviamente possibile elaborare e pubblicizzare documenti complessivamente diversi

4. PUBBLICAZIONE:  Il Manifesto ( e le proposte di modifica giudicate più rilevanti e non inserite) ed eventuali documenti complessivamente diversi verranno pubblicati  sul sito e sottoposti alla adesione on-line. 

5.    L’insieme di coloro che sottoscriveranno il Manifesto, eventuali emendamenti, eventuali altri documenti, costituirà il corpo degli aderenti e delle aderenti al percorso di costruzione della nostra casa comune, sulla cui base si costruirà l’assemblea di Marzo. Dopo che il Manifesto avrà raccolto migliaia di adesioni online,  saremo certamente in grado di confrontarci anche su eventuali differenze, anche con il voto, nel nuovo appuntamento a Marzo.  

6.    Il comitato provvisorio, che proponiamo sia costituito in maggioranza da rappresentanti dei livelli territoriali, deciderà le ulteriori modalità di svolgimento dell’assemblea di Marzo. 

Ora, nell’assemblea del 17-18 gennaio, al centro dell’appuntamento è la discussione della nostra proposta a partire dai contributi giunti sul primo documento su cui abbiamo aperto il confronto in ottobre, dal Manifesto e dagli ulteriori contributi che giungeranno. Al centro è il lancio di una grande campagna di adesioni, che impegni al massimo tutte/i noi, i nostri comitati, i/le nostri sostenitori/sostenitrici, e che ci metta nelle condizioni di incidere nel futuro dell’Europa e nel futuro del paese.

Dopo le elezioni in Grecia, e in ogni caso nei primi dieci giorni di febbraio, ci sarà un nuovo appuntamento, in cui la proposta di apertura di un ampio processo costituente si confronterà con i movimenti e le forze politiche.

8 gennaio 2014

 

Condividi: