La manifestazione del 25 ottobre una straordinaria festa della democrazia

0

 

Lavoratrici e lavoratori hanno ricordato a tutti che la loro dignità, i loro diritti, la loro vita non sono in vendita.

Non comprendere, sottovalutare o addirittura disprezzare la forza, la compattezza, la compostezza, la capacità di mobilitazione e di rappresentanza della Cgil, significa fare un grave danno a tutto il paese e alle sue possibilità di rinascita.

La manifestazione ha imposto nel dibattito pubblico da salotto televisivo il tema del lavoro: da una parte il lavoro; dall’altra, alla Kermesse di Renzi, i finanzieri e i mercati ; da una parte il popolo che lavora, che ha lavorato per una vita, che chiede di poter lavorare; dall’altra chi, anche dalle mutate condizioni del lavoro altrui, estrae profitti sempre maggiori ed iniqui

In questo quadro l’indizione dello sciopero generale in tempi brevi, come detto dalla segreteria segretaria della CGIL Susanna Camusso, è il passo giusto per dare continuità a questa straordinaria giornata di democrazia.

 

Noi dell’Altra Europa con Tsipras siamo stati con convinzione oggi in piazza in migliaia e faremo di tutto per impedire che la forza delle donne e degli uomini che oggi hanno invaso Roma venga vanificata e ridotta al silenzio affiancando e sostenendo le lotte sociali e costruendo le condizioni politiche perché finalmente in Italia vi sia una sinistra in grado di sconfiggere le politiche liberiste a aprire al Paese e all’Europa una nuova stagione di libertà.

Roma, 25 ottobre

L’altra Europa con Tsipras

Condividi: