Le fobie di Grillo per i migranti

0

Accostare i migranti alle malattie significa gettare un allarme sconsiderato e uno stigma pericolosissimo. Se si ha paura dei barconi allora bisogna aver paura anche degli aerei e di tutti i mezzi con cui potrebbero viaggiare i virus. Su queste cose bisogna evitare demagogie che possono creare veramente problemi serissimi e lasciar operare le organizzazioni sanitarie mondiali.
La migrazione poi non è un problema come scrive Grillo ma una risorsa, come riconoscono anche molti documenti ufficiali europei, e un diritto, come scritto nella Carta dei diritti dei migranti dell’Onu. Ciò che è un problema è la scellerata politica della UE e degli Stati che non riconosce e organizza il diritto a migrare anche per cercare lavoro e a circolare per tutti i Paesi della Unione.
In questi mesi qualcosa non è cambiato sui temi dell’immigrazione: Salvini e Grillo continuano a spargere demagogia xenofoba per raccattare voti. Nè fobie ne’ calcoli politici ma serietà e rispetto sono ciò che è necessario.

L’altra Europa con Tsipras

Condividi: