#primalepersone No al razzismo: Milano, 14 maggio ore 15

0

 

Il convegno si propone di mettere in correlazione tre aspetti dell’esclusione solitamente affrontati in modo separato:

 

  • la radice storico-culturale europea del razzismo, dal darwinismo sociale al precipizio nella Shoah e nel Porrajmos;

  • lo strutturarsi nella Fortezza-Europa di una politica e di una prassi di respingimento dei migranti, parallela al radicarsi di una nuova xenofobia;

  • l’apparire di un razzismo paradossale, senza razza, che vede come proprio nemico il povero

 

e di articolare uno scenario politico e culturale per un’Europa dei popoli

introduce Daniela Padoan* – La gerarchia del disprezzo, una storia europea

Guido Barbujani, genetista – La menzogna della razza

Moni Ovadia* – La Shoah come disastro europeo

Luca Bravi, storico – Rom e Sinti: il Porrajmos

Barbara Spinelli* – La Fortezza-Europa

Andrea Nelson Mauro, giornalista – #MigrantsFiles: inchiesta sul Mediterraneo

Annamaria Rivera, antropologa – Radicamento normativo e popolare del razzismo

Marco Revelli, portavoce de L’Altra Europa con Tsipras – La figura del working poor

Abdelmajid Daoudagh, operaio – L’Europa dei popoli e la trappola dell’odio razziale tra poveri

Pape Diaw, comunità senegalese di Firenze – I campi di oggi: scenario dei nuovi schiavi

Dijana Pavlovic* – I campi di oggi: rom e sinti come figura dell’esclusione

Milton Fernandez, scrittore – Tra differenti identità: prove di cittadinanza linguistica

Igiaba Scego, scrittrice – L’antifascismo e la difesa della Costituzione da parte delle “seconde generazioni”

Antonio Longo, direzione nazionale Movimento Federalista Europeo – Una nuova cittadinanza europea contro il razzismo

conclude Curzio Maltese*

Verrà proiettato il reportage Via Lecco 9 di D. Padoan, RaiNews24, 9’

candidati* de L’Altra Europa con Tsipras

Condividi: