Menu
Prev Next

24-05-2015 redazione

Niente fondi europei per il reddito di cittadinanz…

Niente fondi europei per il reddito di cittadinanza. La Commissione dice no a Regioni e Parlamento europeo

La Commissione europea ha inviato una lapidaria missiva ai ministeri del Lavoro e delle Finanze in cui si afferma che la Direzione generale per l’occupazione di Bruxelles si oppone al reddito di cittadinanza finanziato con soldi europei. Il messaggio è chiaro. Si vuole fare abortire sul nascere l’idea che alcuni presidenti di Regione hanno avanzato anche nel nostro paese, fra...

leggi tutto

24-05-2015 redazione

Grecia, prepariamo il mese di mobilitazione europe…

Grecia, prepariamo il mese di mobilitazione europea

Rispondiamo con l'impegno di sempre all'appello di Tasos Koronakis, segretario nazionale di Syriza alla solidarietà europea nel momento cruciale del negoziato sulla Grecia.  Aderiamo con convinzione all'appello promosso dal Coordinamento Europeo contro l'Austerità e per la Solidarietà al Popolo Greco, per un mese di mobilitazione straordinaria dei popoli europei. Non si tratta solo di sostenere un popolo che sta resistendo con intelligenza...

leggi tutto

23-05-2015 redazione

Svolta storica in Irlanda per i diritti. L’Italia …

Svolta storica in Irlanda per i diritti. L’Italia sempre più lontana

Non è servito aspettare l’esito finale dello spoglio per sapere, per bocca degli stessi ministri, che in Irlanda una valanga di Sì ha risposto positivamente al quesito referendario che chiedeva se inserire nella Costituzione la clausola “Il matrimonio può essere contratto per legge da due persone, senza distinzione di sesso”. Ora nella verde isola i matrimoni gay non solo sono legge ...

leggi tutto

23-05-2015 redazione

Il ministro dell’economia contro la Costituzione

Il ministro dell’economia contro la Costituzione

In un’intervista rilasciata su Repubblica il Ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan avanza una tesi davvero singolare. Accusa esplicitamente la Corte Costituzionale di non avere valutato l’impatto economico della sua sentenza sulla questione delle rivalutazione delle pensioni sul bilancio dello Stato. Siamo al di là di una concezione democratica corretta delle funzioni dei singoli organi della Repubblica e del principio del bilanciamento...

leggi tutto

21-05-2015 redazione

Contro la scuola-azienda di Renzi, per la scuola p…

Contro la scuola-azienda di Renzi, per la scuola pubblica e per tutte e tutti

Renzi ha approvato, tra le proteste praticamente unanimi del mondo della scuola, la sua “riforma. Questo governo intende trasformare la scuola in un’azienda. Non solo si viola la Costituzione finanziando le scuole private, ma si vuole uniformare ad esse anche ciò che resta del sistema pubblico scolastico. Renzi è riuscito dove la Gelmini aveva fallito.

leggi tutto

18-05-2015 redazione

Appello di Syriza- l’Europa al momento della verit…

Appello di Syriza- l’Europa al momento della verità

Dopo quasi quattro mesi di intense trattative, abbiamo raggiunto il momento della verità per il nostro progetto comune europeo. Il governo guidato da Syriza fa del suo meglio per raggiungere un accordo onorevole con i suoi partner europei e internazionali, che rispetti sia gli obblighi della Grecia come stato-membro europeo, sia il mandato elettorale del popolo greco.

leggi tutto

16-05-2015 redazione

Dichiarazione della Segreteria Politica di SYRIZA …

Dichiarazione della Segreteria Politica di SYRIZA sui recenti sviluppo politici e i negoziati tra il Governo Greco e le Istituzioni.

Atene 14.05.2015
 Le “linee rosse” del Governo sono le “linee rosse” del popolo greco. Dal primo momento che questo governo si è insediato, è stato chiaro – sia in Grecia, sia all'estero- che il mandato dato dal popolo greco è vincolante e costituisce la bussola per i negoziati. La “linea rossa” del governo greco è anche la “linea rossa” del popolo greco. Essi...

leggi tutto
1.108.457 volte grazie




Guarda i risultati delle elezioni

La vita, il lavoro, i diritti di milioni di cittadini vengono sacrificati in nome della finanza. In Italia abbiamo avuto governi di tutti i colori, ma niente cambia. Perché le decisioni sulla nostra vita vengono prese in Europa, e per questo dobbiamo cambiare l’Europa.

Centrodestra e centrosinistra vogliono continuare con le politiche che hanno causato la crisi. I populisti vogliono distruggere l’Europa e tornare alla guerra tra stati.

Noi vogliamo cambiare l’Europa, e metterla al servizio dei cittadini, e non delle banche. Per uscire dalla crisi serve una svolta radicale, che metta prima le persone.

Gli altri promettono di battere i pugni ma non sono credibili. Fingono di essere divisi a Roma, e poi votano insieme a Bruxelles.

Berlusconi e Renzi sostengono Juncker e Schulz, alleati di Angela Merkel, che hanno voluto e votato l’austerità. Grillo si limita a urlare, ma non dice né chi sostiene né cosa vuole fare.

Noi sosteniamo Alexis Tsipras, un leader del cambiamento. Abbiamo alleati in tutta Europa: forze di sinistra, movimenti, cittadini che lottano con noi.

Abbiamo un programma chiaro: vogliamo ridiscutere il debito e che l’Europa se ne faccia carico.

Cancellando l’austerità, si potrà creare lavoro nell’ambiente e nella cultura e dare un reddito minimo ai giovani.

Noi, L’Altra Europa con Tsipras siamo l’alternativa! Crediamo nell’Europa ma la vogliamo diversa. Vogliamo che le persone vengano prima delle banche. Vogliamo l’Europa dei cittadini.

CHI È ALEXIS TSIPRAS 



Ha 39 anni, è di Atene. In tre anni ha portato la sinistra dal 4 al 27% in Grecia con le sue proposte in opposizione alle devastanti scelte della Troika e della Merkel. Oggi è il candidato della Sinistra Europea e di tutti i cittadini che lottano per il lavoro e la democrazia contro l'austerità.
L'Altra Europa con Tsipras è una lista di cittadini, attivisti e intellettuali con storie diverse che si impegnano per cambiare la nostra vita dove si decide davvero: in Europa.

Scopri di più su Alexis Tsipras

Alexis Tsipras
PARTECIPA 
 
OBIETTIVO 130.000 euro
  100.000

DONA
con Paypal

Siamo l'unica lista povera, in questa campagna elettorale per ricchi. Non abbiamo ne finanziamento pubblico nè grandi donazioni da privati. Possiamo solo contare su di voi, sul vostro appoggio anche economico e sulla vostra generosità
per sostenerci fate un bonifico a

"ASSOCIAZIONE POLITICA L'ALTRA EUROPA CON TSIPRAS" iban IT03H0501803200000000174478